#Lavoro #Sanità #Sociale #Comunità

#Lavoro #Sanità #Sociale #Comunità

#Ambiente #Isonzo #Gorizia

#Ambiente #Isonzo #Gorizia

Il PD contro un nuovo muro sul confine

“Gorizia è la città simbolo dei confini che cadono: qui la città è stata per decenni drammaticamente ferita dal confine, che era fisico e tangibile, e per questo qui nel 2004 fu celebrato l’allargamento dell’Unione europea. Nel frattempo oggi la vita quotidiana di Gorizia e Nova Gorica, ma direi di molti isontini, si svolge semplicemente e tranquillamente di qua e di là del confine, la sola ipotesi che il regime di controlli e passaggi per le persone subisca una svolta all’indietro è surreale nella sua stupidità, colpirebbe immediatamente la vita quotidiana dei goriziani e va nettamente contrastata. Spero che in piazza ci sia tutta la città indipendentemente dalle appartenenze politiche. Non solo: i danni economici sarebbero incalcolabili e ricadrebbero sulle comunità di confine”. Lo ha affermato Marco Rossi, capogruppo del PD a Gorizia e Responsabile politiche europee e transfrontaliere del PD del Friuli Venezia Giulia, a margine della manifestazione di massa che, sulla Piazza della Transalpina a Gorizia, ha visto centinaia di persone manifestare contro l’ipotesi di un nuovo muro avanzata dalla Lega e dal ministro Salvini.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *